(Art. 18 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

Valutazione Rischi – DVR

CHIEDI DI ESSERE RICONTATTATO GRATUITAMENTE

    SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

    Il Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro con oltre 306 articoli e 51 allegati rappresenta una delle più complesse normative a cui tutte le Aziende, di qualsiasi settore e dimensione esse siano,devono adeguarsi poichè obbligatorio per tutte le imprese con almeno un dipendente in forze.

    La delicatezza degli argomenti disciplinati rappresenta per il Datore di Lavoro un elemento in cui farsi assistere da seri professionisti del settore diventa essenziale.

    Il Documento di Valutazione dei Rischi è obbligatorio per tutte le aziende che hanno almeno 1 dipendente compresi stagisti, lavoratori temporanei, soci lavoratori, tirocinanti e va redatto entro 90 giorni per apertura nuova attività o nell’immediato in caso di assunzione di un lavoratore in un’impresa già esistente. Sono esonerati dalla stesura del DVR i lavoratori autonomi e le imprese familiari, che seguono la normativa dell’art. 2222 del Codice Civile.

    REALIZZAZIONE DVR

    Il Documento di Valutazione dei Rischi secondo quanto previsto dall’art. 17, lett. a) del D.Lgs 81/2008 è uno degli obblighi indelegabili del Datore di Lavoro, nella cui realizzazione tuttavia è sostanzialmente indispensabile l’assistenza da parte di un professionista del settore, tenuto conto della complessità della normativa. La mancata Valutazione dei Rischi comporta l’erogazione di una Sanzione Penale a carico del Datore di Lavoro, con ammenda da €. 1.000,00 ad €. 4.000,00.

    Il DVR consiste nella valutazione di tutti i rischi e nell’individuazione delle misure necessarie da mettere in atto per ridurli al minimo.

    A seguito della valutazione dei rischi, infatti, viene attuato un preciso piano di prevenzione e protezione con l’obiettivo di eliminare, o quantomeno ridurre, le probabilità di situazioni pericolose. Va aggiornato in caso di modifica dell’attività lavorativa come l’inserimento di nuove mansioni, nuovi macchinari, variazioni al processo produttivo etc..

    Cosa contiene:

    • Descrizione dell’azienda, delle attività e delle mansioni omogenee;
    • Individuazione e valutazione di tutti i rischi;
    • Individuazione organigramma della sicurezza, con indicazioni sulle misure di prevenzione e protezione, sui Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) per mansione, sulle attività preventive e protettive necessarie, compresa la formazione.
    • Definizione delle misure di verifica e monitoraggio e del programma di miglioramento.

    Le altre figure della sicurezza:

    1. RSPP :come stabilito dal D.Lgs. 81/2008 all’interno di ogni azienda è necessaria la presenza di un Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione. Nominato dal datore di lavoro deve possedere capacità e requisiti adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro. In alcuni casi può coincidere con il Datore di lavoro che abbia ricevuto un’adeguata formazione. L’Rspp, che può essere interno o esterno, affianca il datore di lavoro nella la stesura del DVR e contribuisce a pianificare le misure di protezione e prevenzione;
    2. MC (Medico Competente) :contribuisce a valutare i rischi specifici in relazione alla salute dei lavoratori e si occupa di predisporre il protocollo di sorveglianza sanitaria;elabora in collaborazione con il datore di lavoro il Documento di valutazione dei Rischi, effettua sopralluoghi negli ambienti di lavoro e partecipa alla riunione periodica sulla sicurezza indetta ai sensi dell’ art. 35 del D.Lgs 81/08 una volta all’anno.
    3. RLS (Rappresentante dei Lavoratori) è un lavoratore eletto dai lavoratori che ha il compito di rappresentarli per quanto riguarda gli aspetti della salute e della sicurezza sul lavoro. Viene consultato preventivamente sul contenuto della valutazione dei rischi e deve riceverne una copia per presa visione. In caso di mancata elezione, può esserne eletto uno Territoriale (RLST).
    4. IL LAVORATORE: ”persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari”. Al lavoratore spetta il ruolo di prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro. (art. 20 del T.U.)

    Il servizio di predisposizione del DVR proposto da POLES viene realizzato in conformità ai dettami dell’art. 28 del D.Lgs 81/2008 e si articola nelle seguenti fasi:

    • sopralluogo ambienti di lavoro ed acquisizione informazioni tramite Check List;
    • elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi comprese le valutazioni dei rischi specifici quali rumore, vibrazioni, incendio, esplosione, movimentazione manuale dei carichi, chimico, etc;
    • consegna e spiegazione del Documento di Valutazione dei Rischi per discussione ed approvazione da parte del Datore di Lavoro;