Valutazione del rischio da campi elettromagnetici

(D.Lgs. 159/2016, attuazione della Direttiva 2013/35/UE, modifica il Capo IV, Titolo VIII del D.Lgs. 81/08)

CHIEDI DI ESSERE RICONTATTATO GRATUITAMENTE

    Il datore di lavoro risulta obbligato a valutare, misurare o calcolare i livelli dei campi elettromagnetici a cui vengono esposti i lavoratori.Il T.U. fa riferimento specifico a campi di intensità tra 0 Hz e 300 GHz. In particolare, le sorgenti rientranti nel campo di applicazione possono essere a bassa frequenza (fino a 100 khz) o ad alta frequenza (da 100 khz a 300 ghz).In base all’esito della valutazione verranno adottati interventi di eliminazione o riduzione del rischio e una successiva rivalutazione di verifica dei cambiamenti ottenuti.